image-404

EcoProspettive

 

Associazione di Promozione Sociale

INFO

contact

about us

ecologowhite

EcoProspettive a.p.s.

Copyright 2015@ ecoprospettive.com

All right reserved

Life Panel LAB

Via G. Marconi 1

Conselve (PD)


info@ecoprospettive.com


+39 123 456 789


facebook
instagram

I benefici dei tetti verdi | Parte 1

2021-11-13 19:25

Dott. Alvise Anchel Arribas

Garden design, Ambiente, Tecnologie verdi, Gestione dell'acqua, Lotta agli inquinanti,

I benefici dei tetti verdi | Parte 1

Le diverse tipologie di benefici derivanti dalla presenza di un tetto verde si possono suddividere in:  benefici privati che sono tali da favorire l’uso dei...

 

 

 

Il tetto verde è una realizzazione che non ha solo valore estetico.

 

 

Le diverse tipologie di benefici derivanti dalla presenza di un tetto verde si possono suddividere in:  benefici privati che sono tali da favorire l’uso dei tetti verdi perchè dando un vantaggio finanziario ai proprietari dell'edificio, e benefici pubblici che favoriscono l’adozione di politiche di pianificazione e di regolamentazione da parte delle autorità locali per incentivare la costruzione di tetti verdi che sono in grado di migliorare la vivibilità dell’ambiente urbano per i cittadini.

I benefici privati dei tetti verdi

green-wise-rooftop-garden-1-1636827707.jpg

La copertura a verde, grazie al suo spessore offre un'ottimo isolamento termico per qualsiasi tipologia di edificio. Storicamente i tetti verdi erano utilizzati per la protezione dal freddo nei climi del nord Europa, mentre in tempi più recenti, nei climi più caldi sono stati sfruttati per la loro capacità di rinfrescare l’ambiente e di isolare l’edificio dal calore esterno grazie ai processi evapotraspirativi compiuti dalla vegetazione. Gli effetti sono documentati da numerosi studi che evidenziano risparmi energetici del 2% legati al miglior isolamento termico degli edifici. La copertura a verde inoltre prolunga la durata della vita del tetto proteggendo il sottostante solaio e lo strato isolante dall'azione meccanica degli eventi atmosferici, come vento e grandine, ma sopratutto dall'azione logorante che i raggi UV e gli sbalzi termici annuali comportano su tutti i materiali (Una copertura tradizionale può raggiungere gli 80 °C nel periodo estivo sino a -20 °C nel periodo invernale).

istock-sergey-izotov-1024x770-1636827762.jpg

La realizzazione di una copertura verde non esclude la possibilità di installare pannelli fotovoltaici o solari, anzi, ne aumenta il rendimento, grazie al fatto che la copertura verde non raggiunge mai temperature superiori a 30° C, evitando il surriscaldamento dei pannelli. Questi, infatti, hanno problemi a temperature troppo basse o troppo alte; la temperatura che permette il miglior rendimento si aggira intorno ai 35° C, già a 50° C il rendimento diminuisce velocemente arrivando al 50% in meno quando si raggiungono i 60° C. Inoltre la vegetazione e le stratificazioni del tetto verde possiedono un buon potere fonoassorbente che è determinato dal tipo di materiali e dagli spessori utilizzati nella realizzazione, mentre lo strato vegetale inibisce la riflessione e la diffusione delle onde sonore. Per quanto riguarda le radiazioni elettromagnetiche, già diminuite del 50% da una copertura tradizionale, con un tetto verde vengono quasi azzerate.

In definitiva il tetto verde aumenta il valore dell’immobile per il risparmio energetico che garantisce nel futuro, per le influenze positive sull’ambiente dove si vive e per l’aumento della superfici utilizzabili. In rapporto con le dimensioni della copertura e dalla sua visibilità un giardino pensile può anche aumentare il valore degli edifici attigui, perché ne guadagnano in paesaggio essendo come se affacciassero su un parco.


facebook
pinterest
instagram

Rimani sempre aggiornato 

Iscriviti alla nostra newsletter per sapere quando ci sono novità, non ti invieremo alcun tipo di pubblicità,

LE GREEN NEWS IN EVIDENZA

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder